Nessuno sconto alla Riforma costituzionale, i Comunisti votano NO e si schierano dalla parte dei più deboli

cropped-davanti-dietro-tessera-768x548.jpg

Nel 2015 le famiglie residenti in Italia in  condizioni di povertà  si stimavano in 1.582.000 e le persone in stato di povertà attorno ai 4.598.000.

Su 100 piemontesi 17 sono in situazione di fragilità. Il 22% dei piemontesi vive in famiglie che possono contare su di un reddito inferiore a 1200 euro al mese, nell’area metropolitana torinese è stimato povero il 14,1% vale a dire 200.000 persone!

La situazione più grave si ha sopratutto tra le famiglie numerose, con più di 4 componenti.
Nel 2016 il dato è ancora peggiorato e colpisce maggiormente chi vive nelle città metropolitane, colpisce i nostri figli, le nuove generazioni, il futuro di questo paese.
Alla povertà non si dà  risposta. Urge un piano straordinario, urge stare dalla parte dei più deboli.

Noi stiamo da quella parte,  noi ci siamo.

Alessandro Monti segretario regionale PCI Piemonte

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...