8 Marzo. Se la nostra vita non vale producete voi. Noi ci fermiamo.

di Marica Guazzora   per http://www.marx21.it

Questo non sarà un 8 marzo qualunque. Perché quest’anno scenderanno in sciopero  le donne di 40 paesi . Sarà sciopero globale.

Era partita già  l’idea dalle donne dell’Argentina quando, l’anno scorso,  si erano  mobilitate in massa  scioperando contro l’ennesimo stupro, l’ennesima violenza  su di una ragazzina argentina torturata a morte, e lì avevano inalberato cartelli dal significato preciso: “Se la nostra vita non vale producete  senza di noi”.  Così  i cortei avevano invaso le strade e le  piazze in vari paesi  dell’America latina e dell’Europa al grido di  Ni Una Menos.

Questo 8 marzo sarà davvero la giusta  Giornata internazionale della donna,  una giornata di lotta e di astensione da ogni  lavoro. Non ci sarà limite alla mobilitazione, in ogni parte del mondo. Vivas Nos Queremos!

A Lisbona l’11 marzo il Movimento Democratico delle donne terrà la propria manifestazione, come già segnalato da questo sito   nell’articolo della compagna   Margarita Botelho, della Commissione Politica del Partito Comunista Portoghese (PCP)  “La voce delle donne per l’uguaglianza. Sviluppo. Diritti. Pace”. 

Anche nel nostro paese le donne non sono state a guardare le continue violenze e stupri e uccisioni  ma   hanno deciso che era ora  di esigere, tutte insieme,  di stoppare la violenza maschile. Così hanno formato una grande rete femminista il cui nome ha anche qui  un  significato chiarissimo: Non Una di Meno.

Dopo la straordinaria e favolosa manifestazione a Roma organizzata nel novembre scorso,  che ha visto la partecipazione di migliaia di donne di ogni associazione e organizzazione femminista,  (era dai tempi del Berlusconi sessista e machista che non ci si mobilitava così in tante)  ci sono state assemblee in ogni città  con tavoli tematici e l’ assemblea nazionale a Bologna del 4-5 febbraio,  con la presenza di  2000 donne,  ha elaborato la piattaforma politica e il coordinamento delle iniziative  dell’8 marzo di quest’anno.

Quindi, nel constatare ogni giorno quanto la violenza sia un fenomeno strutturale della nostra società, uno strumento di controllo delle nostre vite che condiziona ogni ambito della nostra esistenza,  il prossimo 8 marzo noi donne  ci asterremo  da ogni attività produttiva e riproduttiva che ci riguardi.

Una giornata senza di noi. Uno sciopero  per ribaltare i rapporti di forza, per mettere al centro le nostre rivendicazioni con una piattaforma in 8 punti. Uno sciopero reale con la copertura sindacale di 24 ore  sia per  le lavoratrici  del settore pubblico che del privato e  che si articolerà nei tempi e nei modi che ogni assemblea cittadina ha discusso e deciso, con cortei, assemblee, banchetti, flash mob e quant’altro.

Se le nostre vite non valgono, noi scioperiamo. #NonUnaDiMeno #LottoMarzo.

Leggi qui gli 8 punti della piattaforma:

https://falcerossa.com/2017/02/08/piattaforma-politica-nonunadimeno-8-punti-per-lottomarzo/

8marzo2

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...