Interrogazione del Partito Comunista di Grecia (KKE) al Parlamento Europeo

Interrogazione del Partito Comunista di Grecia al Parlamento Europeo sul processo contro la attivista palestinese Ahed Tamimi

Partito Comunista di Grecia (KKE) | kke.gr
Traduzione per Resistenze.org a cura del Centro di Cultura e Documentazione Popolare

11/01/2018

La delegazione del Partito Comunista di Grecia (KKE) al Parlamento europeo ha denunciato il provocatorio processo contro la sedicenne attivista palestinese Ahed Tamimi da parte delle autorità israeliane ed ha presentato un’interrogazione all’Alto Rappresentante per gli Affari Esteri e la Sicurezza Federica Mogherini.

Nella sua interrogazione alla Sig.ra Mogherini, l’europarlamentare del KKE Kostas Papadakis ha affermato che Israele ha intensificato la sua aggressività, attraverso il recente provocatorio arresto della sedicenne palestinese Ahed Tamimi e con i 12 capi d’accusa spiccati contro di lei dalla corte israeliana perché si è scontrata con i soldati di Israele in Cisgiordania, dopo che le forze di occupazione israeliane avevano ucciso il cugino di 14 anni di Tamimi ed avevano arbitrariamente invaso la sua casa.
Ahed-Tamimi
“Nello stesso tempo”, ha detto l’eurodeputato KKE, “continuano le incursioni degli aerei da caccia israeliani nella striscia di Gaza, l’espansione degli insediamenti, i ferimenti e gli omicidi contro il popolo palestinese, all’indomani della inaccettabile decisione degli Stati Uniti di riconoscere Gerusalemme come capitale di Israele e di trasferire lì l’ambasciata degli Stati Uniti “.

“Sia l’UE, che il governo SYRIZA-ANEL” ha sottolineato Papadakis “sono complici del crimine permanente contro il popolo palestinese, dal momento che non solo mantengono, ma anche rinnovano le loro relazioni con lo stato di Israele mediante accordi come quello firmato per il gasdotto Eastmed, in nome della “stabilità nella regione” e per gli interessi dei monopoli di cui sono servi”.

Sulla base di quanto sopra, l’eurodeputato del KKE chiede all’Alto Rappresentante dell’Unione europea:

– è disposta a denunciare e censurare l’arresto della sedicenne ragazza palestinese e l’escalation della violenza ad opera dello Stato di Israele ?

– quali azioni sta per prendere per chiedere il suo immediato rilascio?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...