Maduro denuncia che il giorno delle elezioni avevano in mente di assassinarlo “dal vivo e in diretta”.

https://mundo.sputniknews.com/

CARACAS (Sputnik) – Il presidente del Venezuela, Nicolás Maduro, ha annunciato martedì che c’era un piano per assassinarlo durante le elezioni parlamentari, costringendolo a cambiare improvvisamente il centro elettorale. “Sì, ho cambiato il mio centro di voto. Qualsiasi venezuelano che vuole cambiare il proprio centro di voto può farlo. Ho chiesto il cambio del centro di voto, perché da fonti dell’intelligence colombiana, con molta riservatezza, abbiamo ricevuto informazioni che stavano progettando. un attacco per assassinarmi il giorno delle elezioni, in diretta e diretto “, ha aggiunto il capo dello stato in una conferenza stampa con i media internazionali.”Dalla Casa di Nariño, Iván Duque ha partecipato ai piani per assassinarmi il giorno delle elezioni” ha denunciato il presidente.

8 dicembre 2020

Il 6 dicembre il presidente venezuelano non ha esercitato il diritto di voto a Catia, a ovest di Caracas, dove lo fa abitualmente, ma nella Scuola ecologica Simón Rodríguez , situata all’interno del Complesso Militare di Fort Tiuna, sotto forti misure di sicurezza.

Maduro ha accusato il presidente della Colombia, Iván Duque, di essere dietro quel piano per ucciderlo, ma ha assicurato che tutto è sotto inchiesta. “Stavamo confermando la fonte e il mio team di sicurezza ha preso la decisione di raccomandare il cambio del centro di voto, perché era precisamente un giorno fisso, in un luogo fisso, e dalla Casa de Nariño, Iván Duque ha partecipato ai piani per provare assassinami il giorno delle elezioni (…) tutto questo è sotto inchiesta, ma questa è la verità “, ha detto il presidente.

Elezioni parlamentari in Venezuela

La Russia si congratula con il Venezuela per “aver tenuto con successo” le elezioni parlamentari

Durante la conferenza stampa, il presidente ha affrontato diversi temi legati alle elezioni parlamentari, tra cui la diminuzione della partecipazione elettorale, che è stata del 30,5%. A tal proposito ha sottolineato che si è trattato di un atto eroico, vista la complessa situazione economica che il suo Paese sta affrontando, soprattutto con la carenza di benzina e il calo del potere d’acquisto della popolazione, che, a suo avviso, sono una diretta conseguenza delle sanzioni del Stati Uniti. Allo stesso modo, il presidente ha affermato che prima delle elezioni , tra ottobre e dicembre, c’era un piano per generare destabilizzazione nel Paese, per il quale è stato costretto ad attivare un programma di sicurezza chiamato Piano 76 .

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...