Manovra finanziaria 2023. Sono Giorgia, sono una gran bugiarda! Rubo ai poveri per dare ai ricchi!

Una manovra chiaramente di destra che privilegia i ricchi e rende i poveri ancora più poveri. La #Meloni si è dimostrata una gran bugiarda, basta vedere la questione delle accise sulla benzina. Intanto quale serva Usa ha deciso di inviare in #Ucraina un armamento SampT che ci costa 800 milioni di euro, mentre va cianciando che non ci sono soldi per togliere le accise.

https://www.donnesulweb.it/

Il testo della manovra finanziaria 2023 è ormai definitivo. Dopo settimane di modifiche e di aggiunte rispetto alla bozza iniziale, si conosce il contenuto della nuova legge di bilancio. Facciamo allora il punto su tutte le misure per famiglie presenti nella manovra economica: dai bonus 2023, alle pensioni, passando per le novità su lavoro e sussidi fino alle tasse.

Bonus mobili 2023 fino a 8.000 euro

L’agevolazione fiscale al 50% per chi acquista mobili e elettrodomestici a seguito di una ristrutturazione in casa resta anche nel 2023. Il limite di spesa per riceverla è pari a 8.000 euro (inizialmente avrebbe dovuto essere di 5.000 euro, ma il governo ha deciso di innalzarlo).

Superbonus proroga e novità

Per quanto riguarda il superbonus 110%  nella manovra finanziaria  c’è una proroga per i condomini fino al 31 dicembre 2022, per presentare la Cila sui lavori e ricevere ancora l’agevolazione. Dal 2023 l’incentivo scende al 90%.

Bonus cultura per diciottenni

Il bonus 18 anni cambia nel 2023: spetterà solo agli studenti di nuclei familiari con Isee fino a 35.000 euro o quelli che prendono 100 alla maturità. In entrambi i casi ammonta a 500 euro e sono cumulabili. Quindi uno studente con entrambi i requisiti può ricevere fino a 1.000 euro, mentre non gli spetta nulla se non ne possiede neppure uno.

Bonus psicologo 2023

Diventa strutturale e sale fino a 1.500 euro il bonus per lo psicologo. La manovra di bilancio prevede un limite Isee a 50.000 euro per richiederlo e stanzia 5 milioni di euro per il 2023 (molto meno che nel 2022). Di conseguenze diminuisce il numero dei possibili beneficiari, salvo nuovi interventi per decreto.

Bonus sociale e bollette

Con ben 21 miliardi (sui 35 totali) è la voce di spesa maggiore della manovra. E’ previsto l’ampliamento della platea dei beneficiari del bonus luce e gas che spetterà a famiglie con Isee fino a 15.000 euro. Inoltre c’è il taglio degli oneri impropri delle bollette e un credito d’imposta rafforzato per le imprese.

Pensioni donne 2023

Opzione donna è stata rinnovata, ma i requisiti sono molto diversi rispetto al passato. In particolare possono accedere alla pensione anticipata donne le lavoratrici con un’età di 60 anni (con la possibilità di ottenere uno sconto di 2 anni per ogni figlio), ma solo se si rientra in una di queste 3 categorie:

  • invalide almeno al 74%
  • caregiver
  • licenziate o dipendenti da aziende con tavolo di crisi.

Rivalutazione delle pensioni

L’aumento delle pensioni legato all’inflazione nel 2022 riguarda tutti gli assegni fino a 5 volte il minimo (ovvero fino a circa 2.500 euro al mese). I pensionati riceveranno l’adeguamento dell’assegno a partire da gennaio 2023. Le pensioni minime invece aumentano a 600 euro, ma solo per gli over 75.

Reddito di cittadinanza 2023 quando si perde

Diminuisce a 7 mesi la durata nel 2023, ma soprattutto si perde al primo rifiuto di un’offerta di lavoro qualsiasi. Infatti, il testo della manovra ha eliminato l’offerta congrua (in base alle competenze del beneficiario) prevista dalla legge in passato. Inoltre, i cosiddetti occupabili devono frequentare per 6 mesi un corso di formazione o riqualificazione professionale, per non perdere il sussidio statale. Cambia inoltre il destinatario della quota affitto Rdc passando dal beneficiario al proprietario di casa.

Di contro il sussidio della carta acquisti (per sostenere le spese di chi ha un reddito basso) è stata rinnovata per tutto il 2023.

POS e multe

Cancellato il limite dei 60 euro inizialmente previsto per i pagamenti con POS. Restano le multe per i commercianti che si rifiutano di accettare pagamenti con carte o bancomat.

Smart Working

I lavoratori fragili potranno lavorare in smart working nel pubblico o nel privato fino al 31 marzo 2023. Il lavoro agile potrà essere svolto eventualmente anche assegnando una mansione diversa.

Congedo parentale 80% dello stipendio

I genitori con figli piccoli potranno usufruire del congedo genitoriale, con la retribuzione che passa dal 30 all’80%. Possono beneficiarne fino al sesto anno di vita del figlio alternativamente sia il padre che la madre.

Vedi anche: Che bonus ci sono per le donne in gravidanza nel 2023

Tasse sul lavoro nel 2023

Infine, ecco le due principali novità sulla tassazione per i lavoratori:

  • dipendenti, con la conferma dell’esonero contributivo del 2% per redditi fino a 35.000 euro, che si traduce in un leggero aumento della busta paga.
  • autonomi, con la soglia della flat tax per partite iva che sale da 65.000 e 85.000 euro.
  • Vi abbiamo fregato!

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...