Appello per una campagna di “Protezione internazionale per il popolo palestinese”

APPELLO DELLA FEDERAZIONE DEMOCRATICA INTERNAZIONALE DELLE DONNE (FDIM/WIDF) 

La Federazione Internazionale Democratica delle Donne (WIDF) a nome della sua vicepresidente Mayada Abassi, palestinese,  e dell’Unione Generale Donne Palestinesi , unite e insieme con i popoli amanti della pace giusta in tutto il mondo, invita voi e le vostre organizzazioni ad aggiungersi a una grande catena di tutta l’umanità in difesa e per la protezione internazionale del popolo palestinese.
Chiediamo la vostra preziosa partecipazione a questa campagna, sollecitando altre entità del vostro paese, parlamentari, sindacalisti, cittadini e cittadine, scrivendo ai vostri governi e agli organismi internazionali, aggiungendosi alla voce di ogni palestinese che chiede protezione per il suo popolo e la sua nazione contro le aggressioni comandate da Israele con il pieno supporto degli Stati Uniti.
Abbiamo ascoltato il grido del Presidente Palestinese che il 6 ottobre presso le Nazioni Unite ha chiesto a tutti  di unirsi al suo popolo in questo momento di recrudescenza degli attacchi alla Palestina. La resistenza del popolo palestinese e soprattutto dei giovani che in ogni angolo, con le pietre in mano, affrontano con coraggio e determinazione i soldati israeliani e i coloni armati, che uccidono la gente in tutte le città e villaggi. Dei coloni armati hanno bruciato un bambino palestinese di 3 anni con la madre e il padre, la famiglia Dawabshe, rapito una bambina di 9 anni che era per strada, l’hanno presa e bruciata. I coloni hanno bruciato i raccolti, gli ulivi centenari, alberi simbolo del Paese, che assicurano la sopravvivenza del popolo palestinese.
La popolazione difende la sua terra e le sue case confiscate con la forza in tutti i modi, a Gerusalemme, luogo sacro per il popolo palestinese, dove Israele sta bruciando chiese, moschee e impartisce ordini militari di uccidere chi cerca di resistere. Tentano in tutti i modi d’impedire che la terra di Palestina diventi lo Stato di Palestina, che essi occupano dal 1967. L’occupazione vuole impedire la creazione dei due Stati, quello d’Israele e quello di Palestina.palLa lotta per la Palestina libera e sovrana, con Gerusalemme Est capitale, cresce in tutto il mondo. Oggi sono 139 i Paesi che riconoscono lo Stato palestinese, che vogliono e supportano la creazione di uno Stato palestinese libero e sovrano!
La nostra volontà incrollabile e la vostra adesione a questo manifesto può vincere questa ultima aggressione israeliana contro il popolo palestinese e la Patria Palestinese Libera.

Marcia Campos
presidente della Federazione Democratica Internazionale delle Donne (WIDF)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...