Quando il PCI non era europeista

di Alessandro Pascale   https://www.lacittafutura.it/ Di recente Luca Cangemi ha pubblicato un prezioso libro che meriterebbe ampia diffusione. Si intitola Altri confini. Il PCI contro l’europeismo (1941-1957) [1], edito per DeriveApprodi, con prefazione di Giorgio Cremaschi. Fin dal titolo si capisce il contenuto dell’opera, il che costituirà una sorpresa per chi non conosce la storia del PCI; purtroppo…

Sul movimento comunista dell’UE: analisi del passato, stato delle cose e compiti per ora e per il domani

di Fosco Giannini La nozione di “crisi del movimento comunista” è un’invenzione tipica della cultura dominante nei Paesi dell’occidente capitalistico. Tanto forte, in questi Paesi, è stata la spinta a trasformare questa falsa nozione in senso comune di massa, in falsa coscienza, quanto forte è stata e rimane la necessità delle classi dominanti capitalistiche di…

Un po’ di chiarezza su salvataggi e flussi migratori

di Bruno Steri La vicenda della nave Sea Watch pone problemi di rilievo – innanzitutto concernenti la congruenza tra principi etici, normative internazionali, legislazioni e risoluzioni nazionali – che andrebbero affrontati con la necessaria lungimiranza e senza speculazioni propagandistiche di breve momento. La Corte europea dei diritti dell’uomo non ha accolto la richiesta di attracco a…

Da Togliatti a Berlinguer

di Alex Hobel In questi giorni, in concomitanza col 35° della scomparsa di Enrico Berlinguer, sono apparsi sui social diversi contributi e moltissimi commenti, alcuni seri e argomentati, altri caratterizzati da una sciatteria e da uno schematismo insopportabili. In generale, forte è la tendenza a decontestualizzare il pensiero e l’opera di E.B., diffusa la non…

L’arte dell’organizzazione

da http://www.resistenze.org Presentiamo qui, come supporto documentario, un significativo articolo che Pietro Secchia pubblicò nel dicembre 1945 sulle colonne di Rinascita (a.II nr.12). Secchia era già di fatto il responsabile nazionale del settore Organizzazione del PCI, in particolare per le doti che aveva dimostrato durante tutta la lotta di liberazione nazionale, come commissario politico delle…

Era l’11 giugno 1984

“I partiti di oggi sono soprattutto macchine di potere e di clientela: scarsa o mistificata conoscenza della vita e dei problemi della società, della gente, idee, ideali, programmi pochi o vaghi, sentimenti e passione civile, zero. Gestiscono interessi, i più disparati, i più contraddittori, talvolta anche loschi, comunque senza alcun rapporto con le esigenze e…