Ucraina, una dittatura oligarchica per sostenere la guerra della Nato.

di Dario Ortolano

Con l’anno appena iniziato, nel mese di febbraio, si compirà il primo anniversario della operazione militare speciale, avviata dalle autorità politiche e militari della Federazione Russa, al fine di difendere le popolazioni delle libere Repubbliche Popolari del Donbass, da un ulteriore attacco e piano stragistico, preparato dallo stato maggiore delle forze armate ucraine, per il successivo mese di marzo.

La guerra delle autorità politiche e militari ucraine, contro le popolazioni russofone del Donbass, era, in realtà, iniziata, anni prima, ed in particolare dopo il colpo di Stato neonazista, perpetrato con l’appoggio della NATO e della UE, nel 2014, che aveva lo scopo di cacciare le legittime autorità politiche, liberamente elette, dall’esercizio del potere, al fine di inserire il Paese, confinante con la Federazione Russa, nella sfera della NATO, collocandovi sul suo territorio missili strategici a testata nucleare, a quattro minuti d’impatto da Mosca, espressione di un permanente ricatto e totale condizionamento nei confronti della libertà, sovranità ed indipendenza nazionale della Federazione Russa stessa.

All’interno del Paese, in seguito al colpo di Stato neonazista del 2014, per realizzare le suindicate finalità, venne instaurata una feroce dittatura oligarchica ed antipopolare, fondata sulla messa fuorilegge e permanente persecuzione e repressione delle forze democratiche e di sinistra, con particolare ferocia del Partito Comunista Ucraino e dei suoi esponenti, e sul totale divieto di parlare la lingua russa, in realtà espressione culturale di grande parte della popolazione ucraina.

Da allora, e non soltanto nell’ultimo anno, si è sviluppata, nel Paese, una forte opposizione politica e sociale, contro il regime neonazista e filo occidentale, per la democrazia, la libertà e la pace, che, nel corso del tempo, è stata vergognosamente oscurata dal sistema propagandistico filoimperialista USA ed UE.

Oggi, la realtà della situazione politica, istituzionale, economica e sociale dell’Ucraina, è caratterizzata dalla più feroce e totalizzante dittatura oligarchica esistente sul territorio europeo, avente lo scopo, appunto, di sostenere la guerra della NATO contro la Federazione Russa, che combatte, sul territorio ucraino, una battaglia volta a difendere la propria libertà, sovranità ed indipendenza nazionale e gli stessi diritti democratici del popolo ucraino, contro la dittatura neonazista del regime ucraino, per la libertà, sovranità ed indipendenza nazionale di tutti gli Stati e popoli europei dal dominio imperialista della NATO e della UE.

Per queste ragioni, come comunisti italiani, all’inizio del nuovo anno, confermiamo il nostro impegno per gli obbiettivi indicati, fin dalla esplosione del nuovo conflitto in Ucraina:

PER UNA UCRAINA LIBERA, SOVRANA, INDIPENDENTE E DEMOCRATICA, FUORI DALLA NATO E DALLA UE, ESPRESSIONE DELLA VOLONTÀ E DEL DIRITTO ALLA PACE ED ALLA LIBERTÀ DI TUTTI I POPOLI E STATI EUROPEI.

PER LA LIBERTÀ, SOVRANITÀ ED INDIPENDENZA NAZIONALE DELLE LIBERE REPUBBLICHE POPOLARI DEL DONBASS.

PER UNA NUOVA EUROPA, DI STATI E POPOLI LIBERI, SOVRANI ED INDIPENDENTI, FUORI E CONTRO LA UE E LA NATO.

PER UN MONDO DI PACE, FONDATO SU NUOVI EQUILIBRI MULTIPOLARI, IN GRADO DI GARANTIRE ALL’UMANITÀ INTERA, GIUSTIZIA, UGUAGLIANZA, SVILUPPO E BENESSERE !!!

Nessuna descrizione della foto disponibile.

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...