Lontane dagli occhi

di Marta Capesciotti per  http://www.ingenere.it Lo sfruttamento che caratterizza il settore domestico e la violazione dei diritti fondamentali delle sue lavoratrici restano un’area grigia, l’elefante nella stanza di molte case. L’Agenzia europea per i diritti fondamentali ha intervistato 51 donne Nell’Unione europea sono 2,5 milioni le persone impiegate nel settore del lavoro domestico, nella maggior parte dei casi si tratta di donne.…

22 Maggio 1978 – Legge 194

https://www.internazionale.it Si celebrerà il quarantesimo anniversario dell’entrata in vigore della legge sull’interruzione volontaria di gravidanza (ivg), che nel 1978 legalizzò l’aborto in Italia. Per l’occasione il ministero della salute ha diffuso una relazione sull’applicazione della legge da cui emerge che si ricorre all’aborto sempre più di rado: nel 2015 gli interventi sono stati 84.925, mentre nel 1983 erano stati…

Storie di donne nella Rivoluzione: Louise Michel, anarchica

Louise Michel nacque il 29 maggio del 1830 a Vroncourt (Haute-Marne) in Francia da una relazione tra una domestica, Marianne Michel, e un castellano, Etienne Demahis. Il padre (alcuni ritengono che il padre in realtà fosse Laurent, figlio di Etienne), la educò alle idee illuministe di Rousseau e di Voltaire e quando morì (Louise aveva 15 anni)…

8 marzo 2018, Il vademecum per lo sciopero — Non una di meno

L’8 marzo la marea femminista torna nelle strade di tutto il mondo con lo sciopero globale delle donne. Ma come orientarsi fra contratti precari, lavoro invisibile, intermittente, informale, gratuito, migrante? Come superare l’isolamento del lavoro produttivo e riproduttivo che siamo costrette a svolgere, come affrontare le restrizioni al diritto di sciopero per esserci, trasformando il […]…

Per una soluzione della questione femminile

dal Dipartimento Internazionale Comitato Centrale Partito del Lavoro di Corea  Pyongyang – La questione femminile è, in sostanza, la questione dell’emancipazione sociale della metà della popolazione mondiale; tale questione, risolta, consentirebbe a questa metà di godere di dignità e diritti, in quanto esseri umani indipendenti, in tutti i settori della società, della politica, dell’economia e della cultura…