Lontane dagli occhi

di Marta Capesciotti per  http://www.ingenere.it Lo sfruttamento che caratterizza il settore domestico e la violazione dei diritti fondamentali delle sue lavoratrici restano un’area grigia, l’elefante nella stanza di molte case. L’Agenzia europea per i diritti fondamentali ha intervistato 51 donne Nell’Unione europea sono 2,5 milioni le persone impiegate nel settore del lavoro domestico, nella maggior parte dei casi si tratta di donne.…

Il marchionnismo sopravviverà a Marchionne. Dal blog di Angelo D’Orsi

  La tremenda espressione “a cadavere ancora caldo”, non fotografa la reazione dell’azienda FLC (la Fiat di Sergio Marchionne, associata alla Crysler), davanti alla notizia del giorno. Ossia, prima l’annuncio della rinuncia del manager a proseguire il suo mandato fino alla naturale scadenza, poi quella del suo malessere che lo ha portato in clinica, seguita…

Perché la rivoluzione tech non spiega i bassi salari italiani

 scritto da Econopoly il 10 Dicembre 2017 Gli autori di questo post sono Marta Fana, dottore di ricerca in Economia e autrice di “Non è lavoro, è sfruttamento” (Laterza 2017) e Davide Villani, dottorando di ricerca in Economia, Open University (Regno Unito) – All’interno del dibattito sulle attuali condizioni del mondo del lavoro italiano, si colloca la questione salariale.…

Ilva: l’unica soluzione è la nazionalizzazione

di Stefano Barbieri per Marx21.it La vicenda ILVA, che in questi giorni riempie le cronache dei giornali nazionali, è paradigmatica della condizione di sfacelo in cui versano i diritti dei lavoratori ed, in generale, il futuro occupazionale di questo Paese, al di là delle balle colossali raccontate dal Governo e dal principale partito di quella maggioranza, il…

Anche quest’anno arriva il 1 Maggio

di Stefano Barbieri per Marx21.it Anche quest’anno arriva il Primo Maggio, la Festa del Lavoro. E l’Italia, recita la Costituzione, è una Repubblica fondata sul lavoro. Bisogna parlare del lavoro, tutti parlano, a volte a sproposito, del lavoro. L’abbiamo fatto anche noi, l’ho fatto anch’io, molte volte dalle pagine di questi sito. Forse troppe volte,…